Nascono più bimbi che bimbe, ma dopo i 65 anni le donne sono in maggioranza

Nascono più bimbi che bimbe, ma dopo i 65 anni le donne sono in maggioranza
Più fiocchi azzurri che rosa, ma dopo i 65 anni sono le donne a superare i maschi, conquistando la maggioranza in tutto il Paese. È l’ultima fotografia dell’Italia fatta dall’Istat, che attribuisce alle femmine una resistenza maggiore rispetto ai maschi.
Al primo gennaio 2018 i bambini che non hanno compiuto un anno di vita sono 456.192 di cui il 48,5% femmine e il 51,5% maschi. Nella fascia tra 0 e 17 anni la composizione non cambia, con le ragazze che rappresentano il 48,5% della popolazione (sono 94,3 ogni 100 ragazzi), mentre tra gli over 65 arrivano al 56,8% (131,3 donne ogni 100 uomini).
I dati, contenuti nelle tabelle Eurostat relative al 2017 e Istat al primo gennaio 2018 ed elaborati dall’Adnkronos, mostrano che andando avanti con gli anni la composizione della popolazione cambia in modo consistente, portando al predominio della presenza femminile. Il trend non si registra solo in Italia ma anche a livello Ue.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Lunedì 5 Novembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 06-11-2018 20:25