Turismo culturale e sostenibilità ambientale: pratiche e strategie a confronto

Turismo culturale e sostenibilità ambientale: pratiche e strategie a confronto
LECCE - Un'occasione preziosa per fare il punto su due capisaldi dell'accoglienza pugliese più illuminata: il turismo culturale e la sua sostenibilità ambientale.
Oggi pomeriggio (martedì 24 ottobre) dalle 18, presso l’Open Space di Palazzo Carafa in piazza S.Oronzo l’associazione Oikos - da dieci anni impegnata a promuovere sull’intero territorio pugliese la mobilità lenta e il turismo sostenibile - chiama a raccolta operatori culturali, esperti, tecnici e addetti ai lavori per un momento di confronto per sviluppare riflessioni strategiche sulla straordinaria opportunità che il turismo sostenibile può rappresentare per lo sviluppo del territorio.

L’iniziativa intende associare esperienze e competenze professionali, tecniche e scientifiche diverse ma accomunate da una prospettiva: la necessità di promuovere lo sviluppo territoriale in chiave sostenibile. L’incontro prende forma dal desiderio di poter accorciare le distanze fra i fabbisogni espressi dalle comunità locali e le istanze che emergono all’attenzione degli esperti e degli specialisti, favorendo la creazione di un immaginario e di un vocabolario comune, sul Salento e su come vorremmo che fosse.
 

Un incontro partecipato al quale prederanno parte Anna Antonia De Domizio, dirigente Demanio e Patrimonio Regione Puglia; Vito Ferrante, dirigente servizio promozione e marketing territoriale Regione Puglia; Rita Miglietta, assessore Politiche Urbanistiche e Strategiche comune di Lecce; Stefano De Rubertis, Professore di Geografia economica-politica, Università del Salento; Stefano Pietribiasi, responsabile pianificazione, commerciale e customer service FSE; Stefano Martella, giornalista, autore libro Salento in Movimento Lento; Francesco Chiappalone, responsabile associazione Naturalmente Salento; Gianluca Palma, responsabile associazione La scatola di Latta.

«Insieme metteremo in relazione virtuosa gli sguardi che puntano allo sviluppo da prospettive diverse da quelle mainstream – dicono i curatori dell’evento, Katia Manca, presidente dell’associazione Oikos, e il giornalista Gabriele De Giorgi -  e che lo fanno, per giunta, in un contesto istituzionale, di governance del territorio, di protagonismo attivo». 

La serata sarà inoltre occasione per la presentazione di due libri che nascono proprio con lo scopo di fare emergere alcuni aspetti peculiari del territorio: “Salento in Movimento Lento”, primo lavoro editoriale dell’associazione Oikos, edito da Kurumuny, diario di viaggio con itinerari ricchi di mappe e racconti, che consentono di scoprire il territorio in maniera sostenibile, e di fare emergere la creatività e la bellezza dei percorsi, delle voci, delle identità; “Lecce Fuori onda” l’instant book edito da Ideadinamica nel quale due giornalisti di diverse generazioni, Gabriele De Giorgi e Adolfo Maffei, dialogano su alcuni nodi irrisolti: il rapporto tra il capoluogo e la sua provincia, le emergenze ambientali, il peso della criminalità. 

All’interno degli spazi dell’Open Space sarà allestita l’installazione fotografica “Intubo” a cura di Alessandra Tommasi e Alberto Caroppo che raccoglie le visioni di cinque fotografi #Notap.

Prima dell’incontro sarà possibile partecipare al cammino lento tra le vie del centro storico cittadino, organizzato dalle associazioni “Naturalmente Salento” e “La Scatola di latta”, con partenza è prevista per le ore 16:30 presso Porta Rudiae.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 24 Ottobre 2017 - Ultimo aggiornamento: 11:36